40.000 al secondo

Uccidiamo 40.000 Animali ogni secondo. Sono quelli usati per produrre carne.
Se per ognuno ci tatuassimo una X, il nostro corpo ne sarebbe pieno.
Puoi cambiare la tua vita in un secondo per salvare quella degli altri.
Diventa vegan.

Questa è la comunicazione testuale della nuova pubblicità antispecista dal titolo “40.000 al secondo” che Campagne per gli animali lancia ufficialmente oggi e che verrà presentata il 1 novembre 2017 in occasione del World Vegan Day a Firenze. “40.000 al secondo” è una pubblicità innovativa ideata da Adriano Fragano, Dora Grieco e Roberto Politi e fotografata da Sara Morena Zanella che coniuga messaggio antispecista, contro-informazione sullo sfruttamento animale e artivismo.
I protagonisti sono un Umano e una Gallina testimoni con i loro corpi della violenza e dell’ingiustizia generate dallo sfruttamento degli Animali.
Alfredo Meschi è un artivista antispecista che si impegna mediante l’espressione artistica per la liberazione animale. Il suo corpo è completamente ricoperto da X tatuate che rappresentano simbolicamente e visivamente un numero terribile: 40.000, ossia il numero delle morti animali che avvengono ogni secondo solo a causa della nostra alimentazione carnea.
Vecchietta è una Gallina, probabilmente destinata a divenire lei stessa una di quelle tante X, ora invece è al sicuro – e lo sarà per il resto della sua vita – presso il rifugio Ippoasi di Pisa. La fotografia che ritrae Alfredo mentre stringe al petto Vecchietta è un’immagine di riconciliazione e di pace con l’altrui e nostra animalità, un’immagine che ci suggerisce quale dovrebbe essere un corretto rapporto con gli altri esseri senzienti.
Acquisire consapevolezza sull’enorme problema della questione animale ed agire di conseguenza abbracciando il veganismo etico, può salvare da morte certa un numero indicibile di Animali, sottraendoli anche alla sofferenza e alla schiavitù. Le nostre abitudini alimentari generano senza soluzione di continuità le 40.000 morti al secondo, per le quali quindi ciascuno di noi ha una responsabilità diretta.
Una vera rivoluzione pacifica ed empatica è possibile e deve partire da un profondo cambiamento personale: un cambiamento che possiamo e dobbiamo compiere in un secondo.

La pubblicità è disponibile gratuitamente in alta risoluzione in formato .pdf ottimizzata per la stampa cartelloni pubblicitari di 6X3 metri.

Questa nuova iniziativa si rivolge a singole persone attiviste, a collettivi, gruppi e associazioni che potranno disporre del materiale pubblicitario per divulgarlo nei tempi e nei modi che ritengono più adatti.


File ad alta definizione per la stampa – formato pdf (usare il tasto destro e salvare il file) – (49 Mb)
File a bassa definizione per il web – formato jpg (usare il tasto destro e salvare il file) – (116 Kb)


Volete pubblicare questo cartellone nella vostra città?

Ecco come procedere

1) Organizzate con amici e conoscenti, o se fate parte di un’associazione coordinatevi con chi ne fa parte, questo servirà per dividersi i compiti e per raccogliere il denaro necessario per la stampa della pubblicità e per la sua affissione.

2) Informatevi sulle affissioni pubbliche. Per l’affissione di manifesti negli appositi spazi previsti dai Comuni italiani, tenete presente che alcuni sono a pagamento, altri invece sono gratuiti.
Per quelli a pagamento, l’affissione viene fatta direttamente dall’Ufficio Affissioni del Comune stesso. Per iniziative non-profit, generalmente la tariffa è agevolata (con uno sconto del 50% circa) rispetto ai normali manifesti pubblicitari, ciò varia però da Comune a Comune. Il costo è direttamente proporzionale alle dimensioni del manifesto e al periodo di permanenza. I costi sono solitamente bassi e accessibili a tutti.
Esempio: Il permesso per l’affissione di una pubblicità antispecista nel caso di Pordenone è stato richiesto all’Ufficio Affissioni del Comune con un buon anticipo (circa 2 mesi) ed il costo dell’affissione di un manifesto i 6X3 metri per la durata di 14 giorni è stato di 85 euro per affissione posizionata (è stato scelto il luogo).

Attenzione: il Comune ha l’obbligo per legge di fornire gratuitamente alle associazioni un minimo del 10% degli spazi totali adibiti ad affissioni sul territorio di manifesti di dimensione fino a 70×100 cm.

Informatevi presso il vostro Comune su come utilizzare questi spazi.
Per esporre invece una locandina nelle vetrine di negozi e bar, oltre a chiedere il permesso del negoziante, occorre far apporre l’apposito timbro sulla locandina presso l’Ufficio Affissioni del Comune. Il timbro di solito per le iniziative non-profit e senza sponsor è gratuito. Non occorre essere un’associazione, lo può fare anche un gruppo o un privato. Se la locandina viene posta invece all’interno del negozio, e non in una vetrina che dia sulla strada, non è necessario alcun timbro ma solo il benestare del proprietario dell’esercizio.
Lo stesso vale per l’affissione di locandine all’interno di altri luoghi pubblici: biblioteche, sale d’aspetto, ecc.: è sufficiente avere il permesso del gestore o proprietario.

3) Informatevi sui costi di stampa. I costi di stampa di un manifesto pubblicitario non sono di solito eccessivi (dipende dalle dimensioni e dal numero di stampe), ad esempio il manifesto 6 metri x 3 metri di Pordenone è costato poco meno di 40 euro.

4) Scaricate il documento della grafica della pubblicità 40.000 al secondo in formato .pdf ad alta risoluzione e consegnatelo su una chiavetta USB alla stamperia di vostra fiducia.
Il documento è stato creato per una stampa di grandi dimensioni e ha una risoluzione di 3 metri x 1,5 metri. Se si vuole stamparlo a 6 metri x 3 metri bisogna informare la stamperia di provvedere alla stampa ingrandendolo del 200%, se si vuole provvedere ad una stampa di dimensioni minori, è sempre necessario avvisare lo stampatore di ridurre in percentuale le proporzioni.

Se intendete inserire il logo della vostra associazione, vi chiediamo di rivolgerti direttamente alla stamperia che produrrà le stampe, di solito è in grado di fare modifiche grafiche del genere.
Il logo che eventualmente verrà inserito non dovrà superare in dimensioni il logo PUBBLICITA’ ANTISPECISTA già presente nella grafica.
Vi chiediamo inoltre di non modificare ulteriormente la pubblicità cancellando o modificando testi e/o immagini. Una volta scelte le dimensioni e apportato le modifiche come sopra, inviateci una demo via email a info@campagneperglianimali.org per metterci al corrente del vostro lavoro e per permetterci di valutarlo.

5) Ottenuto il permesso del Comune avvisateci della data di pubblicazione, e successivamente inviateci delle fotografie dei manifesti esposti nonché notizie sulle eventuali reazioni dei mezzi di informazione, provvederemo a pubblicare tutto sul sito di Campagne per gli animali con i ringraziamenti.

Attenzione: Campagne per gli animali non esegue raccolte fondi per pubblicazioni antispeciste sul territorio, pertanto le eventuali raccolte di fondi in essere e future sono da considerarsi iniziative individuali di attivisti animalisti, o di altre associazioni, in ogni caso non di Campagne per gli animali. Se e quando avvieremo una raccolta fondi per una pubblicazione, ne daremo notizia su questo sito web.

1.815 persone hanno letto questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.