aan

Si chiama Aan e si tratta di un Orango femmina rinvenuto in fin di vita in una piantagione di olio di palma nel Borneo, che è stato salvato dalla fondazione inglese Orangutan Foundation e dall’agenzia indonesiana per la conservazione delle specie.

Le sono stati rimossi 37 pallini dal cranio e 67 dal resto del corpo. Ha perso un occhio, l’udito è compromesso e tuttavia è viva. Si trova in un centro per Animali nella giungla del Borneo. Aan ha 15 anni e ad ha subito tre interventi. Probabilmente a sparare sono stati dei coltivatori, che considerano questa specie come una piaga per le loro colture.

Gli esperti della Orangutan Foundation ritengono che ci siano ancora tra 50 e 60 mila Oranghi liberi nelle foreste, l’80% dei quali in Indonesia e il resto in Malesia. La regione del Kalimantan in Borneo è uno degli ultimi rifugi dell’Animale.

Sono soprattutto le grosse compagnie produttrici di olio di palma a pagare i residenti perchè si sbarazzino degli Animali. L’olio di palma è utilizzato in moltissimi alimenti venduti nei supermercati, sulle etichette troverete scritto molto spesso solo “OLI VEGETALI”, non contribuite a questa strage: non acquistateli. Tra i maggiori usufruitori trovate Unilever, Nestlé, Kraft, Procter&Gamble, Ferrero e Unigrà. Finisce nella margarina Flora, nel formaggio Philadelphia o nelle Pringles, persino nella Nutella.

Per maggiori info: Green the film

7.875 persone hanno letto questo articolo

Tags: , , , , , ,