Libro: Etiche dell’ambiente

Presentiamo il libro “Etiche dell’ambiente. Voci e prospettive” che è stato dato alle stampe nel dicembre 2012 a cura delle edizioni LED.
La pubblicazione consta di numerosi saggi di vari autori tra i quali anche Adriano Fragano di Campagne per gli animali / Veganzetta
L’intero libro è disponibile a pagamento nella versione cartacea: www.ledonline.it/relations/index.html?/relations/612-6-etiche-ambiente.html

O gratuitamente in versione PDF sempre dalla pagina:www.ledonline.it/relations/index.html?/relations/612-6-etiche-ambiente.html

Etiche dell’ambiente. Voci e prospettive
Edizioni LED, Milano 2012
pagg. 434 – € 43,00
A cura di Matteo Andreozzi
Prefazione di Serenella Iovino

Saggi di:
R.R. Acampora – C.J. Adams – M. Andreozzi – S. Bartolommei – L. Battaglia – L. Caffo – M. Calarco – J.B. Callicott – G. Dalla Casa – B. de Mori – M. Filippi – W. Fox – A. Fragano – G. Gaard – P. Pagano – R. Peverelli – S. Riberti – H. Rolston III – P. Singer – A. Tiengo – S. Varengo

Dalla presentazione del curatore del libro Matteo Andreozzi:

Numerosi sono gli autori e le autrici internazionali che, nel corso degli ultimi decenni, hanno dedicato parte delle proprie ricerche e pubblicazioni alle environmental ethics. Anche l’attenzione data all’etica dell’ambiente dall’editoria italiana è tutt’altro che irrilevante: tanto il dibattito internazionale quanto quello nazionale sono, infatti, più che egregiamente già documentati nella nostra lingua. Il principale fine di questo volume è tuttavia in buona parte originale e diverso da quello delle svariate e meritevoli opere italiane esistenti sull’argomento. Dando voce sia ad alcuni dei nomi – italiani e stranieri – più famosi all’interno dello studio della materia che ad autrici e autori italiani più giovani o meno conosciuti, il testo non intende semplicemente illustrare alcune delle prospettive più rappresentative della disciplina, ma anche estendere l’invito a entrare nel vivo di questo interessante dibattito filosofico a nuovi possibili protagonisti – studenti e studentesse soprattutto ma, più in generale, chiunque desideri interrogarsi sulle possibili ragioni di un agire etico maggiormente attento all’ambiente. Il titolo della pubblicazione, Etiche dell’ambiente. Voci e prospettive, ben rappresenta dunque la struttura di questo progetto collettivo. Le voci di chi ha partecipato all’iniziativa e le prospettive indagate offrono, più che un manuale dettagliato di etica dell’ambiente, la preziosa testimonianza di un’attività dialogica di ricerca costantemente in fieri, nella speranza che ciò possa essere d’ausilio e di stimolo ad approfondire i problemi qui affrontati. La domanda da cui prende avvio l’intero lavoro e dalle cui possibili risposte non si può qui prescindere è «perché studiare le etiche dell’ambiente?». A risposte più ‘dirette’ si affiancano, all’interno del volume, ulteriori ‘risposte sul campo’: interventi che, prima ancora di offrire contenuti, documentano un’esperienza di ricerca personale e un prezioso confronto accademico del tutto pertinenti con il quesito e, quindi, con gli obiettivi del testo. Studiare etica dell’ambiente, infatti, non significa soltanto apprendere la materia sapendone enucleare i concetti-chiave, ma anche – e forse soprattutto – comprenderne i problemi e le proposte sviluppando, grazie al dialogo con altri interlocutori, una coscienza critica che ci consenta di interrogarci senza pregiudizi sul nostro rapporto con l’ambiente. È questa coscienza critica che, più di ogni altra cosa, cercano allora di stimolare i contributi qui raccolti. Ricerche, contenuti, interventi e testimonianze si fondono e si intersecano mettendo in mano ai lettori e alle lettrici quello che non vuole dunque essere un ulteriore resoconto esaustivo del dibattito, ma una valida ‘bussola’, utile ad avvicinarsi – e ad appassionarsi – allo studio della disciplina

1.062 persone hanno letto questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.